Giancarlo Castelvecchi, l'aedo dell'isola perduta

08 gennaio 2016 - Prof. Alberto BRANDANI

Giancarlo Castelvecchi, l'aedo dell'isola perduta, ci lascia un importante patrimonio.
Pittorico; perche' con la sua opera ha rappresentato come pochi i colori, i sapori e le atmosfere dell'Elba, in tutte le sue sfumature cromatiche.
Culturale; perche' e' stato per cinquant'anni instancabile animatore del Premio Brignetti e devo a lui e alle sue insistenze cortesi e affettuose la mia esperienza nel Premio Letterario che data dal 1985.
Umano; ha sempre usato come metro di vivere la comprensione e la tolleranza non disgiunta pero' da un humor e da una vena linguistica sempre ricca e ironica.
Sono sicuro che da lassu' ci guarda sereno e scanzonato.

 

Il video della cerimonia

Sabato 12 settembre 2020

Il Volume storico del Premio Letterario Internazionale Isola d'Elba - R. Brignetti

 

Sponsor

 

I cookie ci permettono di migliorare la tua esperienza utente. Continuando a navigare su questo sito, accetti il loro impiego. Maggiori informazioni.

Io accetto